Incisione di Vincenzo Volpi "Madonna della Scala"

Incisione di Vincenzo Volpi "Madonna della Scala"

Prezzo di listino
€86,00
Prezzo scontato
€86,00
Prezzo di listino
€86,00
Esaurito
Prezzo unitario
per 
Imposte incluse.

Preziosa acquaforte di Vincenzo Volpi, tratta da un bulino di P. Toschi del sec. XIX, da un affresco di Correggio.

L'opera ha uno sviluppo verticale e rappresenta la Vergine Maria con il bambino in braccio in posa frontale. La Madonna indossa abiti rinascimentali, Il bambino è ritratto nel momento in cui abbraccia la madre che a sua volta lo stringe dolcemente a se.

Correda l'incisione un certificato di garanzia.

Dimensione stampa: 15 x 20,5 cm
Dimensione foglio: 35 x 40 cm

Vincenzo Volpi nasce a Pontassieve, nei pressi di Firenze, nel 1954. Giovanissimo segue la famiglia, che si stabilisce nel capoluogo toscano. Orfano di padre all' età di undici anni è precocemente chiamato ad affrontare la realtà della vita, e già
nelle prime esperienze di lavoro rivela doti ed interesse verso il mondo della grafica e delle arti legate al'immagine. Iscrittosi all'Istituto d'Arte di Firenze, conseguirà il diploma di Maestro d'Arte Applicata con specializzazione in Discipline Pittoriche.
Bisognoso di spazi più ampi per l'approfondimento della sua ricerca artistica, e per soddisfare il suo bisogno di conoscenza, viaggia a lungo in Europa, soggiornando a Parigi e nella allora Germania Orientale, dove ha modo di approfondire le sue particolari capacità di grafico.
Dai primi anni '70 è di nuovo a Firenze, dove opera e crea nel Gruppo del Teatro dei Ciompi; è lì che conoscerà gli altri grafici con i quali fonderà nel 1976 L’Ippogrifo, uno studio-laboratorio destinato a diventare un autentico centro per la ricerca tecnica delle antiche arti calcografiche.
Dopo oltre venti anni di attività fiorentina, vissuti nello storico quartiere di San Frediano, adesso lo Studio Calcografico Ippogrifo opera ed è strutturato a Vicchio del Mugello (FI), in un grande casolare tra i boschi del Monte Giovi, nei luoghi
che furono di Giotto, del Beato Angelico e di Don Milani , il prete di Barbiana. Qui Volpi vive e lavora assieme alla sua compagna Elisabetta Martelli, abile pittrice e grafica anch'essa, dotata di grande sensibilità e di una vasta esperienza sia nella
stampa calcografica che nella difficile gestione del colore con l'acquaforte.